“Ritengo necessario che si recuperi il senso civico, è tempo di fare emergere il bene comune al di là dei colori politici. Abbiamo il dovere, anzitutto come cittadini, di mettere in campo tutte le forze possibili e lavorare insieme per il territorio. Perché se cade un ponte, il tetto di una casa o di un ospedale non ci finiscono solo i figli della destra o dei democratici, ci finiscono tutti”. Con queste parole l’avvocato d’azienda Gianni Scarpato presenta il secondo evento legato ai temi dell’infrastruttura e della giustizia. Il legale non è la prima volta che mette in campo una serie di meeting volti alla discussione e proposta di interventi normativi ed istituzionali per la città di Napoli e del territorio campano.

L’EVENTO –  Il convegno si terrà sabato 21 dicembre presso la sede del dopolavoro ferroviario (DFL) di Piazzale Tecchio. Esperti e addetti ai lavori discuteranno sulla riforma della giustizia, sul tema dei trasporti e sulle istituzioni. L’incontro sarà introdotto dalla presidente di Campegna Polis Daniela Iaconis e dal socio fondatore Giovanni Banco. L’evento sarà l’occasione per fare il punto sulle opere pubbliche in Campania riflettendo su come ripartire, riformare e rispettare i vincoli di legge per risollevare la città. Alla conferenza sugli argomenti della giustizia parteciperanno Angelo Abbignente, professore ordinario di filosofia del diritto alla Federico II, l’avvocato Gianni Scarpato legale d’azienda e l’eurodeputato Franco Roberti, procuratore antimafia e antiterrorismo.

A seguire ci sarà il meeting denominato “I trasporti: napoli e il sud italia” che avrà come obiettivo principale la discussione sulle infrastrutture vedrà coinvolti il presidente dell‘Ente Autonomo Volturno Umberto De Gregorio, Riccardo Monti, il Consigliere Regionale Mario Casillo e il sottosegretario ministeriale delle infrastrutture e dei trasporti Salvatore Margiotta.