Tutti negativi i 29 tamponi nasofaringei eseguiti nella notte nel campo rom sulla Circumvallazione Esterna a Scampia, periferia nord di Napoli. E’ quanto comunica l’Asl Napoli 1 Centro dopo i sei casi riscontrati nelle scorse ore emersi in seguito alla positività al coronavirus di una 17enne al settimo mese di gravidanza.

L’Asl proseguirà nel tracciare i contatti dei contagiati, per i quali sono stati eseguiti i tamponi prima ai gradi più stretti di parentela e frequentazione. I 29 abitanti rom risultati negativi corrispondono ai contatti più vicini agli ultimi 3 casi positivi riscontrati nel pomeriggio di mercoledì 15 luglio. Adesso gli accertamenti proseguiranno sul resto della comunità entrata in contatto con i contagiati.

Oltre alla giovane 17enne, sono risultati positivi il marito della ragazza, anche lui di 17 anni e lo zio. Successivamente sono stati effettuati altri 9 tamponi, eseguiti sui contatti stretti dei parenti della 17enne che hanno rilevato altri 3 casi positivi al Covid tra cui un bimbo di 5 anni. Al momento dei sei contagiati solo la 17enne è ricoverata in ospedale; gli altri cinque sono in isolamento fiduciario.

Il campo rom non è mai stato chiuso o definito zona rossa ma al suo interno, si è cercato di potenziare le misure di prevenzione, con la distribuzione di materiale igienizzante e 1000 mascherine per bambini dall’associazione Salvabimbi Onlus in sinergia con l’Asl Napoli 1 e la Regione Campania. L’area è stata poi controllata con delle telecamere per evitare fughe durante le operazioni di screening.