Sono oltre un milione le persone guarite dal Covid-19 in tutto il mondo. Precisamente: 1.014.809, secondo i dati della Johns Hopkins University. Ma l’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) tiene alta la guardia. “La pandemia da Covid-19 rimane un’emergenza di sanità pubblica a livello internazionale”, ha dichiarato il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus. “Il comitato di emergenza per il Covid-19 ha concordato all’unanimità che l’epidemia costituisce ancora un’emergenza di sanità pubblica di interesse internazionale”, ha spiegato Ghebreyesus.

L’Oms ha fatto sapere durante la sua conferenza stampa di voler collaborare con i governi per una ripresa graduale dei viaggi. Sulla questione l’organizzazione sta lavorando con una commissione di esperti medici internazionali. “Questo è un tema difficile, perché si tratta della fiducia tra Paesi  membri – ha ammesso Didier Houssin, membro  della commissione – È una questione di viaggiare in sicurezza. Ma è anche un aspetto molto importante per le attività in molti Paesi che dipendono per buona parte dai viaggi in aereo”.

Proprio oggi l’Oms ha ricevuto pesanti critiche dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Secondo Trump l’organizzazione “dovrebbe vergognarsi” perché fa da “pr alla Cina”. Secondo l’inquilino della Casa Bianca l’Oms avrebbe collaborato con la Cina nel coprire eventuali responsabilità di Pechino nella diffusione del virus. Sempre Trump ha dichiarato di avere informazioni sull’ipotesi che il Covid sia stato generato in un laboratorio di Wuhan, la città focolaio dell’epidemia. A ulteriori domande sulla questione il presidente a risposto: “No comment”.

Gli Stati Uniti sono intanto il primo Paese del mondo per contagi (1.070.032), decessi (63.019), guariti (154mila). Il totale a livello mondiale è di 3.257.520 contagiati e 233.405 morti. Germania, Spagna, Cina e Italia seguono per numero di pazienti guariti.

Dietro gli USA, tra i paesi più colpiti dal Covid, ci sono l’Italia (27.967 morti), il Regno Unito (26.711), la Spagna (24.543) e la Francia (24.376). Complessivamente, secondo l’Afp, sono oltre 140mila i decessi causati dal coronavirus in Europa.