Nel libro Philì, la cagnolina geniale è narrata la storia di una cagnolina, dai primi mesi di vita fino alla sua tarda età. Il percorso del piccolo animale domestico è caratterizzato da un susseguirsi di eventi ed esperienze, che si rivelano avvincenti e coinvolgenti per il lettore, ed in particolare per chi è abituato all’interazione con il miglior amico dell’uomo.

L’autore, Gabriele Volpe di appena 11 anni e alla sua seconda opera, bilancia sapientemente l’indole del cane, che ben conosce, avendo vissuto fin dalla nascita in sua compagnia, con una ricercata antropomorfizzazione. Inoltre, riesce ad elevare la protagonista Philì ad un ruolo che riassume il meglio dell’uomo e del suo amico più fidato. E’ al cane che affida il compito di esprimere le sensazioni e le emozioni di ogni momento della vita, lasciando intendere che in realtà sono le medesime provate dalla specie umana, così come da tanti altri esseri viventi.

Il testo racconta con dovizia di particolari ogni avvenimento della vita reale, non senza chiosare con utili suggerimenti e ricorrendo a velati elementi autobiografici, per poi accompagnare gradualmente e abilmente il lettore verso una storia fantastica, con l’intento di far esprimere alla protagonista il meglio delle sue capacità, delle passioni, delle emozioni, ma anche di far emergere i suoi sentimenti più nobili. Il libro è in vendita a 10 euro e il ricavato concorre alla raccolta fondi Horse Angels odv per la tutela degli animali.