Un professore di 51 anni si trovava in sella al suo scooter quando, appena uscito dalla scuola media dove insegna, è stato aggredito da un gruppo di giovani. E’ quanto accaduto poco dopo le 13 all’esterno della scuola Giancarlo Siani nell’omonima via a Villaricca, comune a nord di Napoli. Calci, pugni e spintoni con il docente che è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari dell’ospedale San Giuliano di Giugliano.

Ha riportato lesioni al cuoio capelluto, al volto e al collo, giudicate guaribili in 20 giorni. Un episodio inquietante che l’uomo ha denunciato ai carabinieri facendo partire le indagini sull’accaduto. Al momento non è chiaro il movente dell’aggressione e se a picchiare l’insegnante siano stati degli studenti.

Lo scorso 13 ottobre, nel vicino comune di Qualiano, una ragazzina di 13 anni è stata aggredita con calci e pugni da tre compagne di classe. L’episodio si verificò davanti all’istituto comprensivo Giuseppe Verdi in via Silvio Pellico. Secondo la denuncia della madre, una donna di 30 anni, la figlia era finita nel mirino delle tre ragazzine, tutte più grandi di un anno.

La giovane alunna, che secondo alcune testimonianze raccolte dalla pagina social Vivi Qualiano sarebbe anche svenuta dopo l’aggressione, riportò diverse ecchimosi dopo l’aggressione subita con una prognosi di due giorni emessa dai medici del Santobono di Napoli.

seguono aggiornamenti 

Redazione