Sull’isola di Ischia divampa la polemica sul caso Rita Dalla Chiesa. Domenica i sindaci dell’isola avevano emanato un’ordinanza che chiudeva i porti alle persone provenienti da Lombardia e Veneto. Poco dopo sul web erano circolate le immagini di una signora che al porto si scagliava contro il pullmann di veneti al grido “vergogna!”. L’ordinanza nemmeno un’ora dopo è stata sospesa dal Prefetto di Napoli ma la polemica è continuata a oltranza.

“Ma la signora di Ischia???? Amici del Nord ci sono tanti di quei posti belli in Italia che possiamo vivere anche se non andiamo a Ischia” – ha scritto Rita Dalla Chiesa su Twitter – Ricordiamocelo soprattutto per le vacanze estive… Anche se non è giusto che per colpa di una fuori di testa paghino anche gli altri”. La conduttrice da quando è scoppiato il coronavirus ha manifestato sui social una certa sensibilità al tema dei contagi con post talvolta anche aggressivi.

Su Twitter è scoppiata la polemica tra chi ha insultato la conduttrice e chi la appoggia. Intanto a Ischia il contraccolpo dell’ordinanza si sente e molti hanno disdetto le prenotazioni. E arriva anche la replica del sindaco di Ischia Enzo Ferrandino: “Nessuna discriminazione razzistica, l’isola è votata da sempre all’accoglienza e la nostra intenzione era ed è esclusivamente quella di tutelare il diritto alla salute di isolani e turisti. Quanto al post di Rita Dalla Chiesa, non possiamo che sorprenderci per le sue parole e invitarla presto a Ischia per farle toccare con mano il nostro millenario spirito di accoglienza”.