Un ragazzo di 18 anni è morto poco prima dell’alba all’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta. Troppo gravi le ferite riportate in seguito a una coltellata ricevuta alla gamba, ma che ha reciso un’arteria, al culmine di una violenta lite andata in scena nella notte tra sabato e domenica nella zona della movida di Caserta.

La vittima si chiamava Gennaro Leone, originario di San Marco Evangelista. Praticava boxe da anni con l’Energy boxe Caserta team Coppola a Marcianise. Ieri sera era in compagnia di alcuni amici quando, per cause in corso di accertamento, è stato accoltellato intorno alla mezzanotte in via Vico, davanti a uno dei tanti baretti che alimentano la zona della movida casertana.

Non è ancora chiara la dinamica, in corso le indagini dei carabinieri della Compagnia di Caserta che stanno raccogliendo testimonianze e visionando le immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona per ricostruire quanto avvenuto e identificare i responsabili. I militari guidati dal capitano Pietro Tribuzio hanno individuato l’aggressore, un coetaneo di Leone che nelle prossime ore potrebbe essere fermato su disposizione dell’autorità giudiziaria.

Gennaro è stato soccorso dagli amici in una pozza di sangue e trasportato d’urgenza in ambulanza all’ospedale di Caserta. Assistito dai sanitari, è spirato intorno alle 5 del mattino. Dolore e sgomento all’esterno del nosocomio, dove si sono radunati familiari e amici del 18enne pugile.

AGGIORNAMENTO – “Perché lo hai fatto?” e poi la coltellata, Gennaro morto dissanguato: fermato coetaneo

Giornalista professionista, nato a Napoli il 28 luglio 1987, ho iniziato a scrivere di sport prima di passare, dal 2015, a occuparmi principalmente di cronaca. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa, ho frequentato la scuola di giornalismo e, nel frattempo, collaborato con diverse testate. Dopo le esperienze a Sky Sport e Mediaset, sono passato a Retenews24 e poi a VocediNapoli.it. Dall'ottobre del 2019 collaboro con la redazione del Riformista.