Circa 10mila persone, “le sardine contro Salvini”, come si erano definite nel programmare l’iniziativa, hanno invaso piazza Maggiore a Bologna per rispondere al comizio del leader della Lega al PalaDozza, dove erano attese poco meno di 6mila persone.

Tra i cori di “Bella ciao” e lo striscione “Bologna non abbocca” i 10mila oppositori di Matteo Salvini, ben più dei 6mila auspicati, questa sera hanno lanciato un messaggio forte all’ex ministro dell’Interno e alla candidata del centrodestra alle prossime regionali in Emilia Romagna, Lucia Borgonzoni. Sulla manifestazione di piazza è intervenuto su Twitter il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, postando la foto con migliaia di persone: “A piazza Maggiore una Bologna bellissima. Grazie ai ragazzi che l’hanno organizzata. #bolognanonsilega”.

La folla pacifica di piazza Maggiore era stata preceduta dalla tensione della manifestazione avvenuta tra le strade del centro con lancio di oggetti, bottiglie e fuochi d’artificio da un lato, idranti della polizia contro i manifestanti dall’altro. I 2mila partecipanti al corteo si erano mossi al grido di “Odio la lega” e “Siamo tutti antifascisti”.