Una strumentalizzazione elettorale mentre Palermo era ancora immersa nell’acqua, provocata da un violento temporale che in 3 ore ha messo in ginocchio la città. Matteo Salvini torna nel mirino dei social network per un tweet pubblicato ‘a caldo’ durante il nubifragio nel capoluogo siciliano, dove due persone sarebbero disperse (un giallo ancora non risolto).

L’ex ministro e leader della Lega ha pubblicato infatti un video in cui si sente una persona dire “Guarda, la gente sta morendo”, e a corredo “A furia di pensare solo agli immigrati, il sindaco Orlando dimentica i cittadini di Palermo: basta un temporale e la città finisce sott’acqua”.

Parole che hanno scatenato la reazione social. Tra i primi a commentare duramente Roy Paci, il trombettista e compositore siciliano: “Ho sempre ritenuto superfluo commentare qualsiasi suo post ma di fronte alla morte di due miei concittadini per questa immane tragedia le dico semplicemente una cosa: lei è un turpe e miserabile sciacallo. Spero che le nostre lacrime diventino per lei gocce della tortura cinese”.

A metterci il carico da novanta anche Chef Rubio, noto da tempo per le sue posizioni antileghiste: “Tu sei la vergogna del genere umano – scrive il personaggio tv – in rete rimane tutto e i tuoi figli prima o poi vedranno come ti sei comportato col prossimo e allora rimarrai solo”.

Contro il leader del Carroccio anche l’attore e regista palermitano Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif: “Ora che è passata una notte, posso giudicare il tweet “elettorale” di Salvini in maniera meno impulsiva e serena. Mi sembra chiaro ed evidente, quindi, che questo tweet “elettorale” faccia semplicemente schifo! Perché è il prodotto di un modo di fare politica che fa semplicemente schifo. Non è una questione di destra o di sinistra, fa semplicemente schifo e basta. Lo schifo non risolve i problemi del Paese. Lo schifo illude il popolo e fa avere un meraviglioso stipendio, e poi un’ottima pensione, a chi lo crea”.

Resosi conto che il tweet era stato controproducente, la risposta di Paci paradossalmente aveva raccolto più “like” del suo post, Salvini è quindi corso ai ripari facendo una mezza marcia indietro pubblicando un secondo tweet dove rende grazie “alle Forze dell’ordine, ai Vigili del Fuoco e ai soccorritori impegnati fin da subito nel salvare le persone intrappolate all’interno delle macchine. I palermitani non meritano tutto questo”.