C’è forte preoccupazione al Senato sul voto alla risoluzione di maggioranza sul Mes al Senato. Le voci di corridoio suggeriscono di tenere d’occhio il M5S, dove il malcontento è abbastanza palese sul Meccanismo Ue di stabilità.

Al punto che fonti parlamentari spiegano che in questa partita potrebbe inserirsi e un’altra, tutta interna, con 3 senatori ‘sospettati’ di essere prossimi al passaggio nelle file della Lega. I nomi sono quelli di Stefano Lucidi, Francesco Urraro e Ugo Grassi, che non hanno partecipato stamane al voto di fiducia sul dl Terremoto pur essendo presenti in aula a Palazzo Madama.

Hanno così fatto mancare il loro sostegno al governo. Per questo al Senato, in queste ore, si rincorrono rumors di un addio imminente e di un passaggio alle file della Lega, mentre qualcuno non esclude che nell’emiciclo di Palazzo Madama -dove a breve arriverà il premier Giuseppe Conte per le comunicazioni in vista del Consiglio europeo al via da domani- possa esserci anche qualche gesto plateale, a danno del M5S e a tutto vantaggio del Carroccio. Non solo.

Ci sarebbero altri due senatori M5S in bilico, pronti a lasciare già nelle prossime ore il Movimento. I numeri per garantire la sopravvivenza del governo, viene tuttavia spiegato dalle stesse fonti, non dovrebbero venire meno, complici le assenze nelle file dell’opposizione, assenze che dovrebbero far scendere la “linea di galleggiamento” abbassando i numeri della maggioranza necessaria per far passare la risoluzione della maggioranza.