Nonostante le ferite d’arma da fuoco, ha provato a raggiungere il più vicino ospedale, probabilmente il pronto soccorso del San Giuliano, ma è spirato poco dopo, all’interno della sua Fiat Stilo grigia station wagon. Non ce l’ha fatta Carmine Fammiano, 41 anni, morto ammazzato in serata, poco prima delle 20, in via Prima Maggio a Giugliano, comune a nord di Napoli.

Secondo una prima ricostruzione degli agenti del commissariato di Giugliano, l’uomo sarebbe stato ferito a colpi d’arma da fuoco da ignoti in un’altra zona della cittadina giuglianese, poi si sarebbe allontanato ma, in seguito alle gravi ferite riportate, è deceduto poco dopo nei pressi della Villa Comunale.

Ancora poco chiaro il movente dell’omicidio. La polizia indaga senza escludere nessuna ipotesi.