Scarti di macellazione di conigli appesi alle grate dell’ex pronto soccorso. Scherzo macabro e di cattivo gusto quello andato in scena  giovedì sera, intorno alle 20, a Napoli, nel quartiere Pianura. Le prime segnalazioni dei residenti facevano riferimento a dei gattini scuoiati vivi e addirittura avvelenati, creando notevole allarmismo. Numerose infatti le denunce via social e nei gruppi animalisti che condannavano un gesto così “brutale”.

Qualcuno ha pensato di utilizzare il cellulare anche per segnalare l’episodio alle forze dell’ordine che hanno così chiarito l’accaduto. Sul posto, in via Provinciale, sono intervenuti i carabinieri della stazione locale e i veterinari dell’Asl Napoli 1 che hanno sciolto ogni dubbio. Si trattava dei resti della macellazione di cinque conigli che qualcuno si è divertito ad esporre sulla pubblica via, seminando panico e sconcerto tra i passanti.

“Ero sconvolta, non riuscivo nemmeno a guardare” commenta una ragazza che poi chiarisce: “Un gruppo di tre-quattro persone mi ha detto che si trattava di conigli (quelli nelle confezione dei supermercati) ed era uno scherzo. Io però sono andata via perché mi sentivo nauseata. Una scena che non auguro a nessuno di vedere, sto male se vedo un animale schiacciato per strada figuriamoci uno infilzato nei paletti e scuoiato”.