Scuole chiuse per il secondo giorno di fila a Napoli a causa dell’allerta meteo di colore arancione prorogata dalla Protezione civile fino alle 18 di giovedì 3 dicembre. E’ quanto stabilito in una ordinanza firmata dal sindaco Luigi de Magistris. Disposta anche la chiusura dei parchi pubblici cittadini per l’intera giornata.

Niente didattica in presenza dunque per la prima classe della scuola primaria e per la scuola dell’infanzia, le uniche aperte dalla regione Campania in questa emergenza coronavirus. Nel provvedimento si premette che, oggi (mercoledì 2 dicembre), la Sala Operativa Regionale Unificata di Protezione Civile della Regione Campania ha diramato l’avviso di allerta n. 45/2020 per previste condizioni meteorologiche avverse; in particolare sono previste dalle ore 20 di oggi mercoledì 2 dicembre e, salvo ulteriori valutazioni, fino alle ore 18 di domani giovedì 3 dicembre: Precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, localmente di moderata o forte intensità, ma in attenuazione dalla tarda mattinata di giovedì 3 dicembre. Raffiche, soprattutto nei temporali.

Pertanto il rischio per la platea scolastica in presenza (fascia 0/6 scuola dell’infanzia e prima elementare) è sempre da individuarsi nel percorso casa-scuola, in particolar modo nelle aree cittadine più vulnerabili per criticità idrogeologiche connesse alla fragilità del territorio, in particolare del patrimonio arboreo cittadino, della stabilità di pali, segnaletica o impalcature anche in prossimità delle aree esterne pertinenziali agli edifici scolastici. Nell’ordinanza, inoltre, si fa riferimento alla determinazione confermata dal dirigente competente di procedere alla chiusura delle scuole, a tutela della popolazione scolastica attualmente in presenza, anche per la giornata di domani 3 dicembre 2020, fatto salvo la possibilità del dirigente scolastico di consentire l’accesso al personale amministrativo, tecnico e ausiliario e si ritiene pertanto, in via prudenziale, di dover prorogare per domani 3 dicembre 2020 provvedimenti contingibili ed urgenti atti a scongiurare il pericolo anzidetto a tutela dell’integrità fisica della popolazione cittadina più fragile.

 

Napoletano doc (ma con origini australiane e sannnite), sono un aspirante giornalista: mi occupo principalmente di cronaca, sport e salute.