La partita tra Genoa e Torino, valida per la terza giornata di Serie A, è stata rinviata. Il match era in programma sabato 3 ottobre, alle ore 18, al ‘Ferraris’ di Genova ma nella squadra rossoblu sono stati riscontrati 15 casi di positività al Covid, di cui 11 giocatori. Il match è stato rinviato “a data da destinarsi”, ha comunicato la Lega Serie A dopo il Consiglio straordinario, sospeso ieri e ripreso oggi alle 13, chiamato a pronunciarsi sulla questione. Questa mattina il Genoa non ha lavorato al ‘Signorini’: la seduta, che doveva svolgersi a piccoli gruppi, è stata cancellata perché non è arrivato il via libera da parte dell’Asl3 di Genova.

Non solo. Il Consiglio straordinario della Lega Serie A che si è tenuto oggi, ha deciso definitivamente per l’applicazione della normativa Uefa: se una squadra ha 13 calciatori a disposizione, tra cui un portiere, la partita si potrà svolgere. Nel caso invece una squadra non li abbia a disposizione, scatterà la sconfitta a tavolino.

Il Consiglio ha però stabilito un’eccezione: nel caso in un gruppo squadra si verificano più di 10 calciatori contagiati nell’arco di una settimana, la società ha diritto per una sola occasione in stagione a chiedere il rinvio della sua prima gara in calendario.

Proprio così il Genoa ha potuto sfruttare questa ‘clausola’ ottenendo il rinvio della gara di sabato contro il Torino.