Era scomparso nel nulla quattro anni fa e da allora nessuna traccia. Luigi Celentano, 21 anni, originario di Meta di Sorrento in provincia di Napoli. Lo chiamavano “Giggino Wi-Fi”. Lui avrebbe detto di aver “paura, qualcuno mi vuole uccidere” appena prima che si perdessero le sue tracce. Era il 12 febbraio 2017 e Celentano aveva appena 18 anni. Da allora nessuna notizia o quasi. Una segnalazione oggi riapre il caso: una persona dice di avere notizie di “Giggino wi-fi”.

Lo chiamano così perché era sempre alla ricerca di una connessione internet gratuita. Era uscito di casa a mezzanotte e prima di sparire la scheda del suo cellulare era stata spaccata a metà. Sarebbe stato vittima di bullismo. La famiglia non crede in un allontanamento volontario come invece altri conoscenti hanno più volte affermato.

Una volta partiti gli appelli sono state numerosissime le segnalazioni. Le prime dal Nord Italia, a Milano, un’altra in un bar a Novara. Quest’ultima era stata confermata anche dalla madre del ragazzo che vedendo il video delle telecamere di sorveglianza del locale non aveva avuto dubbi: “Il ragazzo nel video è mio figlio! Molto dimagrito ma è lui”.

L’ultima segnalazione che potrebbe riaprire il caso è arrivata al centralino della trasmissione Chi l’ha visto?, in onda su Rai3 e condotta da Federica Sciarelli. “Chiamo per quanto riguarda Luigi Celentano, Giggino Wi-Fi, so dove si trova”, ha detto il telespettatore al telefono. Da notare i numerosi commenti alla notizia sul caso: in molti telespettatori e appassionati della trasmissione si chiedono se il ragazzo non sia fuggito volontariamente, si sia costruito una nuova vita lontano da casa e non voglia essere trovato. Il giallo resta aperto.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.