La Lega non esce dalla spirale negativa del consenso elettorale nel sondaggio realizzato da Ixè per Cartabianca, ma della crisi del Carroccio e di Salvini non ne approfitta il Partito Democratico che, anzi, perde quasi un punto in una settimana. Vanno meglio invece gli alleati di Salvini e Zingaretti, Fratelli d’Italia e Movimento 5 Stelle, che vedono invece crescere nelle intenzioni di voto.

I FLUSSI ELETTORALI – Entrando nel dettaglio dei numeri, la Lega perde un ulteriore 0,3% nell’ultima settimana e scende al 24,6%. Il Partito Democratico però, ‘stritolato’ dal protagonismo del premier Giuseppe Conte, cala addirittura al 22%, perdendo lo 0,9% in sette giorni. Il Movimento 5 Stelle consolida il suo consenso al 16,9% (+0,1%), mentre Fratelli d’Italia riprende il trend positivo interrotto e con un +0,4% sale fino al 14,2%.

Tra i partiti sotto la doppia cifra va segnalato il periodo positivo di Forza Italia, con gli azzurri al 7,5% (+0,3%), oltre un punto sopra il 6% registrato lo scorso 10 marzo. Tra le compagini di governo la Sinistra è al 3%, mentre Italia Viva è stabile al 2,6%. Importante crescita per Azione, col movimento di Carlo Calenda al 2% (+0,9%), mentre +Europa è stabile al 2,1% e Europa Verde è stimata all’1,8%.

I LEADER – Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte continua secondo Ixè a godere di un alto consenso personale, che sfiora il 60%. Dietro continua il periodo di appannamento per il duo sovranista Meloni-Salvini, con la prima in calo di un punto e il secondo di due. Sotto il podio ci sono il segretario Dem Zingaretti, l’ex capo politico grillino Di Maio, Berlusconi (entrambi in recupero) e Renzi.