In un mese il Partito Democratico accorcia di quasi tre punti percentuale sulla Lega. È quanto rileva il sondaggio realizzato da Tecnè per Quarta Repubblica, il programma di approfondimento politico di Rete4. Rispetto ai dati diffusi lo scorso gennaio va segnalato anche il fortissimo calo del Movimento 5 Stelle, ormai in picchiata libera e ripreso da Fratelli d’Italia.

COME CAMBIANO LE INTENZIONI DI VOTO – La Lega resta il primo partito secondo il sondaggio di Tecnè, ma in un mese perde l’1,3% e cala fino al 30,4%. Chi guadagna maggiormente da questa situazione è il Partito Democratico, che negli ultimi trenta giorni guadagna un punto e mezzo e sale al 20,8%. Prosegue il momento nero del Movimento 5 Stelle, il cui consenso passa dal 15,5% al 13,4%. A destra va segnalato il travaso di voti da Lega a Fratelli d’Italia: il partito di Giorgia Meloni cresce di quasi due punti (+1,7%) e viene stimato al 12,5%, con i grillini distanti meno di un punto.

Tra i partiti sotto la doppia cifra va registrato ancora una volta il calo di Forza Italia, che nell’ultimo mese cala dello 0,8% fino al 7,2%. Risale invece Italia Viva, il movimento di Matteo Renzi con un piccolo rialzo (+0,2%) arriva al 3,9%. Nei partiti minori va segnalata la Sinistra (2,6%), Azione (2,4%), +Europa (1,9%) e Verdi (1,8%).