Non andava così male dal 2012, quando era di fatto all’inizio della sua avventura. È il crollo nei consensi del Movimento 5 Stelle il dato che più di tutti emerge dalle rilevazioni condotta da Winpoll per il Sole 24 Ore. Il sondaggio realizzato per il più importante quotidiano economico italiano evidenzia, con il 12,7% assegnato ai grillini, come il movimento di Beppe Grillo sia tornato ai livelli di otto anni, a maggio 2012.

I FLUSSI DEI PRINCIPALI PARTITI – Rispetto all’ultima rilevazione realizzata ad ottobre, Winpool evidenzia come la Lega sia passata dal 34 al 31,8%, una debacle che la lascia però ancora in testa. Risale invece il Partito Democratico di Nicola Zingaretti, che guadagna due punti al 22,6%. Sul podio c’è ancora il Movimento 5 Stelle al 12,7%, ormai tallonato da vicino da Fratelli d’Italia. Il partito di Giorgia Meloni viene stimato all’11,6%, contro il 7,7% dello scorso ottobre.

GLI ALTRI – Sotto la doppia cifra arranca Forza Italia, sotto il 5% (4,8%) e in calo dell’1,5%. Male anche Italia Viva: il movimento di Matteo Renzi dimezza i suoi consensi passando dal 6,6% al 3,8%. Rispetto ad ottobre viene rilevato per la prima volta Azione, il movimento di Carlo Calenda, stimato al 2,6%. Tra gli altri partiti la Sinistra è al 2,3%, +Europa all’1,1% e i Verdi all’1,8%.