Una nuova notte di follia. Con lancio di bottiglie contro le forze dell’ordine. Il peggio è stato evitato solo grazie al massiccio impiego di carabinieri e poliziotti disposto dalla Prefettura. Comunque non sono mancati attimi di tensione.
I CONTROLLI
Erano da poco passate le 23 di ieri quando il Dirigente del servizio dedicato al controllo della movida di Campo de Fiori, notando un grosso assembramento di giovani all’altezza del cinema, si è avvicinato ad esso con un contingente composto da Polizia di Stato e Carabinieri. Gli stessi giovani, a quel punto, hanno iniziato un fitto lancio di oggetti all’indirizzo delle Forze dell’Ordine che, con una manovra rapida ed efficace sono riusciti a disperdere la folla. Durante “il lancio” lo stesso dirigente del I Distretto Trevi Campo Marzio, Fabio Abis ed un agente del XIII Distretto Aurelio, sono riusciti ad individuare con sicurezza G.M. quale uno degli autori dei lanci di bottiglie e, con la collaborazione di due Carabinieri del Comando Stazione Macao, lo hanno bloccato e condotto negli uffici di polizia. Contestualmente è stato fermato anche un 17enne che stava partecipando ai disordini, proferendo offese nei confronti delle Forze dell’Ordine, contro cui ha poi lanciato un mozzicone di sigaretta.
CARABINIERE COLPITO
Un appartenente all’Arma dei Carabinieri, colpito da una bottiglia di vetro, è stato accompagnato in ospedale e ne avrà almeno per 7 giorni. G.M., già noto alle Forze dell’Ordine, è stato arrestato per violenza, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. Il minorenne, invece, sarà denunciato all’Autorità Giudiziaria per oltraggio a Pubblico Ufficiale.  È al vaglio del Questore l’adozione di D.a.c.u.r  nei confronti di entrambi i giovani. Gli investigatori della Questura di Roma stanno visionando una serie di filmati, realizzati dagli operatori della Polizia Scientifica, per identificare e sanzionare, eventualmente, gli altri partecipanti ai disordini.
DIVELTA UNA FONTANELLA
Divelta nella notte una fontanella, «nasone», in largo San Giovanni De Matha. Sul posto, poco dopo le 22:30, gli agenti dalla Polizia locale gruppo Trevi, che hanno provveduto a contattare Acea per eseguire l’intervento tecnico con immediata chiusura dell’acqua e successive operazioni di ripristino. Gli agenti hanno anche recuperato parte della fontanella e sono al lavoro per ricostruire l’accaduto.

Sofia Unica