È stato arrestato il boss Giuseppe Calvaruso, ritenuto capo del mandamento mafioso palermitano di Pagliarelli. Era tornato in Sicilia per la Pasqua. Una trappola, queste festività, per l’uomo che viveva da tempo in Sudamerica, in Brasile, da dove faceva la spola con l’Italia. È stato arrestato dai carabinieri del comando provinciale nel corso dell’operazione Brevis. Il provvedimento è stato emesso dai pm Federica La Chioma e Dario Scaletta, coordinati dal procuratore aggiunto Salvatore De Luca della Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo.

Insieme con lui arrestati anche Giovanni Caruso, 50 anni, Silvestre Maniscalco, 41 anni, Francesco Paolo Bagnasco, 44 anni, Giovanni Spanò, 59 anni, accusati a vario titolo di associazione mafiosa, estorsione, lesioni personali, sequestro di persona, fittizia intestazione di beni, tutti reati aggravati dal metodo e dalle modalità mafiose.

Calvaruso ha 43 anni e una condanna alle spalle. Secondo le indagini sarebbe diventato il reggente del mandamento dopo l’arresto del boss Settimo Mineo. Dal Brasile continuava a gestire gli affari del gruppo. Suo referente a Palermo Giovanni Caruso. Avrebbe intrattenuto relazioni con i vertici dei mandamenti di Porta Nuova, Noce, Villabate e Belmonte Mezzagno.

Il cartello di Calvaruso svolgeva un ruolo di ordine pubblico, di sostegno ai detenuti mafiosi, di referente per commercianti e imprenditori. A quanto emerge il gruppo puniva la microcriminalità che agiva senza il suo benestare: facevano restituire le auto rubate, autorizzavano l’apertura di esercizi commerciali, pestavano piccoli delinquenti protagonisti di tali episodi senza permesso. L’estorsione si consumava anche sotto forma di ristrutturazione di immobili “da acquistare”.

Il gruppo era infatti cresciuto nei settori dell’edilizia e della ristorazione: le estorsioni avrebbero portato proprietari di immobili a rivolgersi alle ditte legate a Calvaruso per lavori e ristrutturazioni. Per evitare il sequestro dei beni era stata costruita una fittissima rete di prestanome. Una capacità imprenditoriale confermata anche dagli affari con un cittadino di Singapore interessato a investire grossi capitali nei settori edile e turistico e alberghiero nell’isola.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.