E’ sceso di casa in pantaloncini e, nonostante la distanza ravvicinata con la spiaggia, ha pensato bene di entrarvi in modo trionfale in sella alla sua motocicletta. Mattinata di ordinaria follia quella andata in scena a Meta, comune della penisola sorrentina in provincia di Napoli.

Protagonista un uomo residente a poche centinaia di metri dall’arenile di Marina di Meta. Una volta arrivato in spiaggia con la moto, ha provato a parcheggiarla vicino alla riva con l’intenzione poi di entrare in acqua per rinfrescarsi. Qualcosa però è andato storto perché il mezzo, così come era ampiamente prevedibile, si è arenato non riuscendo più a ripartire.

La scena è stata notata da alcuni residenti della zona che hanno prontamente sollecitato l’intervento della polizia municipale, da settimane in prima linea per far rispettare le disposizioni governative sull’emergenza coronavirus.

Una volta in spiaggia, gli agenti hanno recuperato non senza difficoltà la motocicletta mentre l’uomo, non contento, ha pensato bene di ammirare il lavoro dei vigili direttamente in mare, così come si può ‘ammirare’ dalla foto.

Dopo diversi minuti, è stato convinto ad uscire dall’acqua e a ritornare, dopo un ulteriore giro in piazzetta, a casa. Oltre alla denuncia per inosservanza dell’ordine dell’autorità, dovrà pagare una sanzione amministrativa di 400 euro.