Devastato il drive-in per i tamponi Covid di Ercolano. Nella notte alcune persone, al momento ancora ignote, si sono introdotte nella struttura che sorge all’interno del campo sportivo Solaro e  hanno danneggiato armadietti e infissi riversando a terra tutti i materiali per l’esecuzione del test. Centinaia di tamponi sono ormai inutilizzabili. Dalla fine dello scorso anno il centro era utilizzato per realizzare gli screening rapidi in auto alla popolazione. Un atto vandalico denunciato su Facebook dall’assessora alle Politiche occupazionali e giovanili Mariarca Cascone, che ha anche pubblicato le immagini degli ambienti lasciati nel caos dagli autori del blitz. “Questa notte ad Ercolano, è stato devastato il drive in realizzato per permettere ai cittadini di eseguire i tamponi sul territorio”, ha scritto Cascone.

Un atto barbarico – ha aggiunto – nonché un gesto che colpisce tutta la comunità che in questo momento sta ancora combattendo contro il coronavirus. Questo gesto va aspramente condannato e non può essere considerata una ragazzata perché lede il diritto alla salute di tutti noi”.

“Siete delle persone senza scrupoli e senza spina dorsale. Non riesco a trovare altre parole per un gesto così schifoso”, è il commento del sindaco, Ciro Bonaiuto. “Stamattina mi sono venute le lacrime agli occhi. Non riesco a comprendere il senso di un simile atto, dimostra solo quanto poco vi importi della salute e del bene della vostra comunità e dei vostri cari. Non avete dei genitori anziani, un figlio, un congiunto di cui dovervi prendere cura? Con quello che avete fatto dimostrate di non dare valore alla vita”.

Al vaglio degli inquirenti le telecamere di sorveglianza della zona, non si esclude la matrice “negazionista” del gesto. Il dottor Manuel Ruggiero, presidente dell’associazione a tutela degli operatori sanitari di Napoli “Nessuno tocchi Ippocrate”, ha dichiarato: “Siamo difronte a veri e propri criminali senza scrupoli che non si fermano nemmeno davanti alla salute della comunità, per queste persone provo solo disprezzo”.

Napoletano, Giornalista praticante, nato nel ’95. Ha collaborato con Fanpage e Avvenire. Laureato in lingue, parla molto bene in inglese e molto male in tedesco. Un master in giornalismo alla Lumsa di Roma. Ex arbitro di calcio. Ossessionato dall'ordine. Appassionato in ordine sparso di politica, Lego, arte, calcio e Simpson.