Arturo Vidal ha segnato il suo primo gol in campionato con la maglia dell’Inter. Lo ha fatto nel big-match contro la Juventus, la sua ex squadra in Italia.

Un gol che ha consentito alla squadra di Antonio Conte (altro ex bianconero) di agganciare momentaneamente in vetta il Milan (che gioca nel posticipo del lunedì a Cagliari) e, soprattutto, allungare di sette punti il vantaggio in classifica sulla squadra che ha vinto gli ultimi nove campionati italiani ma che deve recuperare la gara di Torino contro il Napoli.

A fine gara, ma anche nel corso della stessa, a far discutere tuttavia è il riscaldamento del centrocampista cileno “colpevole” di aver baciato lo stemma della Juventus presente sulla tuta indossata da Giorgio Chiellini, l’ex compagno di squadra che ha calorosamente salutato e abbracciato, così come con Andrea Pirlo a fine gara.

Poi Vidal rientra negli spogliatoi e fa festa con gli attuali compagni di squadra.

Ma la polemica corre sui social e nelle trasmissioni televisive. “L’ha fatto apposta”. “E se pure fosse? In campo ha dimostrato tutt’altro”. Il diretto interessato ha provato sui social a chiudere la questione.

“”La mia intenzione – si legge – non è mai stata quella di baciare lo stemma di un altra squadra. Il bacio è stata una dimostrazione di affetto per un fratello che mi ha dato il calcio, con il quale ho vissuto anni meravigliosi insieme e ci vogliamo bene.
Io rispetto la mia squadra, i nostri tifosi e la gente che ha avuto fiducia in me per difendere e continuare a far crescere la storia di questo bellissimo club. E lascerò l anima per quello!
Forza Inter!”:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Arturo Vidal (@kingarturo23oficial)

Redazione