Una videoinstallazione ispirata alla ‘Leggenda di Capodimonte‘ di Matilde Serao del 1895 va in scena sulla facciata interna del Cortile Monumentale di Capodimonte e dialoga idealmente con la sala del Carosello Napoletano, l’ultima della mostra “Napoli Napoli. Di lava, porcellana e musica” allestita con i costumi di scena del Teatro di San Carlo e le musiche d’opera da ascoltare in speciali cuffie dimaniche che sta conquistando e incantando un numero sempre maggiore di cittadini e turisti.

L’autore é lo stesso: Stefano Gargiulo di Kaos Produzioni che ha realizzato questo originale videomapping accompagnato dalla musica di due villanelle del ‘700 (Ricciulina e Rosa d’Argento) orchestrate da Bruno Troisi e cantate da Cristina Pucci.

Si alza il sipario e va in scena un inno all’amore ideale, inafferrabile per sua natura, che si infrange e va in frantumi proprio nel momento in cui lo si afferra, come accadde alla statuina di porcellana di Capodimonte, che va in pezzi proprio per il forte abbraccio dell’uomo che ne era innamorato. Una magia tutta da vivere fino al 17 gennaio 2020.