La forte ondata di maltempo si sta abbattendo su tutta la città con particolare intensità. La grandine ha paralizzato la circolazione e imbiancato le strade. E intanto la situazione non è destinata a migliorare: la protezione Civile della Campania ha infatti prorogato nuovamente l’allerta meteo fino alle 16 di venerdì 10 dicembre.

In mattinata in molti quartieri di Napoli la situazione è stata particolarmente difficile. Un’abbondante grandinata si è abbattuta su Napoli. Una coltre bianca si è depositata in diverse zone della città, sia a terra che sulle auto. Da ieri la città è interessata da una ondata di maltempo, con forti venti e piogge. In poco tempo le strade cittadine si sono allagate e ci sono stati non pochi disagi per la viabilità con traffico particolarmente intenso.

Il mare molto mosso da stanotte ha provocato la soppressione di numerosi collegamenti marittimi da e per le isole di Ischia e Procida. Fermi del tutto gli aliscafi per Napoli, sono state cancellate anche alcune corse operate da navi per il porto del capoluogo come pure diversi collegamenti dei traghetti da Procida per Pozzuoli e viceversa. Le condizioni del mare dovrebbero restare pressochè immutate anche per il resto della giornata rendendo di conseguenza a rischio la regolarità dei trasporti marittimi per le due isole.

La Protezione Civile della Regione, alla luce delle valutazioni del Centro Funzionale, ha prorogato l’avviso di allerta meteo con livello di criticità idrogeologica di colore Giallo attualmente vigente su tutta la Campania, fino alle 16 di domani, venerdì 10 dicembre.
Si prevedono ancora precipitazioni sparse, anche carattere di rovescio e temporale, che in alcuni punti del territorio potrebbero essere intensi. A questo quadro meteo sono associate anche possibili raffiche di vento.

Massima attenzione va prestata ai fenomeni connessi al rischio idrogeologico che potrebbero innescarsi. Sono possibili, ad esempio, frane e caduta massi in più punti del territorio per effetto della saturazione dei suoli, allagamenti, inondazioni, problemi derivanti da fenomeni connessi ai sistemi di smaltimento delle acque piovane.

La Protezione Civile della Regione Campania è al lavoro, con le associazioni di volontariato del sistema regionale, per affiancare i Comuni che hanno fatto richiesta di supporto e prestare soccorso alle popolazioni in difficoltà. Si raccomanda alle autorità competenti d avere la massima attenzione rispetto alle criticità previste, sia in relazione al dissesto idrogeologico che in relazione alle raffiche di vento. Sala Operativa e Centro Funzionale seguono l’evoluzione del quadro meteo e delle precipitazioni: attenzione va prestata agli avvisi diramati dalla Protezione civile.

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.