Secondo la normale tabella di marcia un volo di linea per percorrere la tratta New York – Londra impiega 6 ore e 15 minuti. Recentemente invece è accaduto un evento mai registrato prima. Grazie a forti venti in quota sull’Atlantico, la tratta è stata percorsa in 4 ore e 56 minuti. Questo ha stracciato così il precedente record di 5 ore e 13 minuti, stabilito da un Boeing 787 due anni fa. L’impresa è stata possibile perché la coppia di piloti del velivolo ha letteralmente cavalcato un flusso di venti in quota, tecnicamente definito jet stream generato dal forte gradiente termo-barico instauratosi tra la cella polare e la cella tropicale.

Infatti nelle ore in cui viaggiava l’aereo il flusso di venti soffiava sull’Atlantico fino a toccare punte di 260 miglia per ora, circa 418 km orari, permettendo al velivolo di raggiungere la sorprendente velocità di 1.327 km/h a un’altitudine di circa 11 mila metri. Il sito specializzato Flightradar24 ha monitorato i tempi di volo confermando che si è trattato di un fenomeno naturale molto raro. L’evento in questione, però non è rimasto un caso isolato. L’insolito fenomeno ha permesso anche ad altri aerei che sorvolavano l’Atlantico, sempre a cavallo tra sabato notte e domenica mattina, di raggiungere velocità di crociera eccezionali.

IL PRECEDENTE DEL CONCORDE – Il Concorde era un velivolo dotato di caratteristiche uniche per la sua epoca, non più riprese anche a causa delle scelte tecnico-commerciali effettuate in tempi successivi che privilegiarono la costruzione di velivoli aventi una maggiore capacità di carico piuttosto di maggiori velocità. Infatti il suo disegno ideale era proprio adattato per le alte velocità. Il Concorde fu il primo trasporto civile a utilizzare alcune nuove tecnologie, difatti aveva la straordinaria capacità di poter modificare la posizione del lungo muso, che si inclinava verso il basso per consentire sufficiente visibilità ai piloti durante i decolli e gli atterraggi, per poi riallinearsi con la fusoliera durante la fase di crociera. Il primo volo del prototipo fu realizzato il 2 marzo 1969, mentre l’ultima volta che il Concorde si è alzato in volo è stato il 26 novembre 2003. Il Concorde però se n’è andato lasciando degli eredi. Chi ha raccolto il timone del programma Concorde è stato il consorzio Airbus, primo produttore di aerei civili al mondo per numero di consegne superando la rivale americana Boeing nella prima metà del 2019.