Sono 32mila i posti che assegnerà il concorso per la Scuola che si svolgerà a ottobre. Ad annunciarlo è stata la ministra Lucia Azzolina a ‘Uno Mattina’. La notizia era attesa da tantissimi aspiranti docenti. “In un Paese civile i concorsi andrebbero fatti ogni due anni, come succede in Europa. Il nostro obiettivo è svolgere questi concorsi e programmare il fabbisogno. Il concorso straordinario è per 32mila posti e verrà fatto a breve, entro la prima settimana di ottobre o giù di lì”, ha sottolineato Azzolina.

È importante – ha aggiunto – perchè darà stabilità ai nostri docenti e ai nostri studenti“. Azzolina ha quindi ricordato che oggi scade la domanda per il concorso ordinariose oggi soffriamo di ‘supplentite’ – ha ribadito – è perché è mancata la programmazione“.

A settembre “ci vorranno tanti supplenti in più e quindi tanti investimenti. Nel Dl Rilancio – ha spiegato – 1 miliardo di euro andrà ai supplenti, sia personale docente che personale Ata. In questi giorni stiamo scrivendo il decreto per ripartire questo personale presso i singoli territori“. Quindi tutto il personale che quest’anno sarà di supporto all’emergenza Covid nelle intenzioni del Ministero andrà poi a rinforzare gli organici. La ministra ha spiegato che “con lo scostamento che abbiamo votato avremo ulteriori fondi, di cui buona parte verrà utilizzato sempre per l’organico“. Quindi “avremo all’incirca più 50mila insegnanti e personale Ata“.