Valeria D’Esposito aveva 49 anni ed era una blogger conosciuta in tutta Italia. Era il volto più famoso di Visit Campania. È morta a 49 anni a causa di complicanze dell’infezione da covid-19. Il giornalismo campano è in lutto. Cordoglio espresso anche dai follower del media di promozione del territorio e delle aziende locali della regione.

D’Esposito era casertana. Prima della giornalista faceva l’artigiana orafa. Un’attività che aveva dovuto smettere per via di problemi di salute. Proprio durante la convalescenza aveva maturato l’idea di fondare uno spazio di divulgazione e comunicazione. Nel 2011 aveva inaugurato il suo primo blog. Era diventata giornalista pubblicista.

“Visit Campania era il sogno che avevo nel cassetto – si legge sul portale – basato sulla condivisione di spunti, ispirazioni e consigli per visitare al meglio la Campania. I contenuti vertono su itinerari, città e strutture, ma non mancano gli approfondimenti su cucina e feste tradizionali, prodotti tipici, segnalazioni di eventi culturali e gastronomici”. Aveva compiuto 49 anni lo scorso 15 febbraio.

Numerosi i post di cordoglio che si leggono sui social in queste ore. “Belle persone come te ne ho conosciute poche, riposa in pace, ti voglio bene”, scrive un lettore. “Sono rimasto di sale, eri una bellissima persona, collega in gamba e amabile col tuo bellissimo blog ed una amica”, ha scritto una collega. “Un’altra cicatrice sul mio cuore portata da questo maledetto virus”, un altro post di cordoglio.

Lungo messaggio da parte del ristorante casertano Pizzeria Doro Gourmet: “Senza Parole. Oggi è venuta mancare, per il maledetto covid, Valeria D’Esposito di Visit Campania, in questi anni era stata tante volte in pizzeria e tante volte ne aveva scritto, in questa foto da noi con tanti suoi colleghi a Santantuono di un anno fa, bionda e sorridente, un abbraccio al marito Mario. E così la dobbiamo ricordare, col sorriso e col racconto delle cose belle della nostra terra”.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.