Amir Mohammed Abdul Rahman al Mawli al Salbi: sarebbe questo il nome del nuovo leader dell’Isis. A rivelarlo è il quotidiano britannico The Guardian, che cita fonti anonime all’interno di due diversi servizi segreti. Tra i fondatori del gruppo terroristico, Amir Mohammed Abdul Rahman al Mawli al Salbi ha preso il posto di Abu Bakr al Baghdadi dopo la sua uccisione da parte dell’esercito statunitense. Una notizia che, se confermata, avrebbe del clamoroso: al Salbi è iracheno di etnia turcomanna e sarebbe così il primo leader dell’Isis non arabo.

Nell’articolo di Martin Chulov viene precisato che al Salbi sia stato nominato nuovo leader col nome di battaglia di Abu Ibrahim al Hashimi al Quraishi, fino a quel momento ignoto ai servizi segreti internazionali. Il cambio di guida all’interno dell’Isis sarebbe avvenuto a poche ore dal raid statunitense che ha provocato la morte di al Baghdadi lo scorso ottobre.

Nella ricostruzione del quotidiano inglese viene spiegato che al Salbi avrebbe conosciuto il vecchio leader al Baghdadi nel 2004, quando era detenuto dalle forze militari statunitensi in una prigione del sud dell’Iraq. Su di lui c’è il sospetto che sia stato uno dei principali responsabili del genocidio degli yazidi in Iraq. Sulla sua testa pende già una taglia da 5 milioni di dollari spiccata dal Dipartimento di Stato americano.

Redazione