L’anziano col sorriso forzato di cui abbiamo riso molte volte per l’ironia dei suoi meme, András Arató conosciuto come ‘Hide The Pain Harold’, è sbarcato nella Capitale per svago o per lavoro e ha immortalato su Facebook la sua vacanza romana.

Dal giorno del suo arrivo ha scattato molteplici foto. Amici e conoscenti hanno commentato sul suo profilo i suoi tre giorni nella Capitale e lui, forse scherzando, ha risposto ad uno di loro: “Sono venuto a lavorare per due giorni”. I romani potrebbero ritrovarsi András Arató, l’uomo che si nasconde dietro al sorriso stampato e agli occhi angosciati di ‘Hide The Pain Harold’ che lo ha fatto diventare il meme più famoso del mondo, in qualche cartellone pubblicitario.

Con il suo marchio di fabbrica, il sorriso stampato sulle labbra come da meme, ha scattato foto e selfie in giro per la città. András Arató ha visitato piazza Navona, il Vaticano, Fontana di Trevi, gli studi di Cinecittà, piazza Venezia, il centro storico. L’ultimo giorno nella Capitale lo ha passato ieri, a cena, all’Hotel Teatro Pace. Chi ha avuto il colpo d’occhio per riconoscerlo si è anche scattato una foto con lui, come un vip.

“Ho fatto alcuni selfie nel 2010 mentre ero in vacanza in Turchia e li ho poi caricati su un social network ungherese – ha raccontato in un’intervista a Wired l’ingegnere ungherese -. Un fotografo in cerca di modelli per le sue foto stock mi ha contattato e ci siamo poi visti per una sessione di scatti. Qualche mese dopo durante una ricerca online ho capito che ero diventato un meme. Le persone pensavano che il mio sorriso, combinato con lo sguardo nei miei occhi, fosse incredibilmente triste. Così è nato Hide the Pain Harold”.

Redazione