Paolo Conte, l’avvocato di Asti, ha omaggiato Napoli con un concerto al Teatro San Carlo. Lo ha fatto cantando dopo tanti anni due delle sue canzoni in napoletano, “Spassiunatamente” e “Ma si ta vò scurdà” che nell’occasione ha donato al neonato Archivio digitale della canzone napoletana e delle culture musicali campane nell’ambito del progetto ARCCA ideato dalla Regione Campania e curato da Scabec.

L’Archivio conterrà inizialmente 20.000 materiali catalogati in SBN e consultabili a distanza: file audio, spartiti, “fogli volanti, “copielle”, immagini, documenti audiovisivi, di cui una parte cospicua dedicata alla canzone napoletana, insieme ad altre pratiche musicali, dalla tradizione orale al jazz, fino ai successivi sincretismi.

Dopo il successone delle tappe svolte nel 2018 in cui ha registrato continui sold out, Paolo Conte, torna dunque ad incantare la città partenopea. Una standing ovation del pubblico ha accolto Paolo Conte in un San Carlo pieno di persone. Nessuno può resistere al suo ritmo e alle sue canzoni che hanno fatto la colonna sonora alla vita di molti e che ha portato la canzone italiana in giro per il mondo.

<script class=”chickyEmbed” src=”//video.ilriformista.it/chickyEmbed.js” data-embed=”https://video.ilriformista.it/embed/bagno-di-folla-per-paolo-conte-al-san-carlo-dObLAJPMRo” ></script>

Il 2019 vede l’artista alle prese con un nuovo tour “Live in Caracalla – 50 Years of Azzurro”, che ha anch’esso ottenuto il tutto esaurito. Questi live son stati voluti fortemente per festeggiare i cinquant’anni della canzone Azzurro, interpretata da Celentano, e di cui il cantante e polistrumentista Paolo Conte ha composto la musica. Alle date se ne sono poi aggiunte ulteriori, tra cui quella partenopea.

I live eseguiti alle Terme di Caracalla sono stati inoltre registrati e hanno portato alla pubblicazione di un disco dal vivo, in cui è stato anche inserito un brano inedito dal titolo “Lavavetri”. Paolo Conte è da sempre considerato un cantautore tra i più innovativi ed eleganti, che vanta una carriera lunghissima e costellata da una serie di successi, tra cui non si può non citare la famosissima “Via con me”.