È scomparso nel nulla, sparito dalla notte al mattino, un bambino di quasi due anni. È successo a Campanara, località nel comune di Palazzuolo sul Senio, in provincia di Firenze, in una comunità che dagli anni Ottanta vive a ottocento metri, in un’area isolata e difficilmente raggiungibile. Si cerca quindi in queste ore nei boschi del Mugello. Alle operazioni partecipano i Carabinieri, i Vigili del Fuoco, la Protezione Civile, il Soccorso Alpino e le Unità Cinofile.

L’allarme è scattato subito, stamattina. “Ci siamo svegliati e non lo abbiamo trovato nel letto”, avrebbero detto ai Carabinieri i genitori del bambino secondo quanto riportato da La Nazione. Il bambino non arriva neanche a due anni, in verità, ha 21 mesi. L’ipotesi più accreditata al momento è che il piccolo si sarebbe allontanato da solo, ma si sa ancora molto poco.

Le ricerche sono in corso anche nel laghetto di Palazzuolo sul Senio, dove sono al lavoro i sommozzatori dei vigili del fuoco. Il casolare dove il bimbo viveva con la famiglia è circondato dalla vegetazione. Si cerca quindi anche nella boscaglia. La comunità è raggiungibile solo attraverso una strada sterrata. Nel giro di qualche centinaio di metri ci sono altre case. Per le ricerche a cui sta partecipando un ingente spiegamento di forze, anche con droni e cani molecolari, stanno arrivando rinforzi anche dalle zone limitrofe.

La comunità è stata fondata nel 1984 a opera di alcune persone appena tornate dall’India che decisero di intraprendere un nuovo stile di vita, più a contatto con la natura e più distaccato dalla modernità, ha ricostruito La Nazione.

Non si tratta dell’unica realtà di questo tipo in Toscana, se ne trovano soprattutto sull’Appennino Pistoiese. La comunità è a malapena raggiunta dalla copertura internet, scrivono i media locali. Il piano di ricerca è coordinato dalla prefettura. Usati anche i droni. Sul posto è intervenuto subito anche il sindaco di Palazzuolo, Giampiero Moschetti.

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.