Lei bianca, lui di colore, stanno sul divano a guardare la tv. Poi qualcuno bussa alla porta e lei scende ad aprire. Fuori trova un uomo con uno stereo con la musica dei canti di natale e il cartello “Dici che sono i cantori”. È questa una delle scene più famose del film classico di Natale “Love Actually”. Questa volta il protagonista della scena non è Hugh Grant, come già successo qualche giorno fa, ma Boris Johnson.

Il primo ministro inglese Boris Johnson pubblica sui social un video in cui fa la parodia di Love Actually, film del 2003 in cui Hugh Grant interpreta un primo ministro laburista. Nel filmato, diventato virale, l’attuale premier si cala nel ruolo di Andrew Lincoln (alias Mark), che nella notte di Natale dichiara il proprio amore a Keira Knightley (Julie) sulla porta di casa attraverso dei cartelli scritti.

I messaggi di Johnson però non sono d’amore, ma slogan pro Brexit, “Brexit Actually”, e sono rivolti a una elettrice. Intervistato dalla Bbc l’attore di Notting Hill, notoriamente contrario alla politica di Johnson, ha lanciato la sua stoccata: “Noto come non sia stato lasciato uno dei cartelli del film originale in cui Lincoln dice che a Natale bisogna dire la verità. Forse gli spin doctor Tory hanno pensato che quel cartello nelle mani di Johnson sarebbe sembrato fuori posto”.

LEGGI ANCHE – Hugh Grant come in Love Actually: porta a porta a Londra contro la Brexit