Vincenzo De Luca “ha la prostatite 50 centimetri più su dei polmoni”. Flavio Briatore risponde piccato al presidente della Campania che aveva ironizzato sulla positività dell’imprenditore al coronavirus. “Inviamo un augurio affettuoso a Flavio Briatore che si sta curando, come lui ha detto, per una prostatite ai polmoni”, aveva detto il governatore.

Briatore è guarito. È stato ricoverato al San Raffaele di Milano e ha passato il periodo di isolamento nell’appartamento dell’amica, senatrice di Forza Italia, Daniela Santanché. “L’anno scorso – ribadisce – con la polmonite, ero stato molto peggio. Ora, a parte la prostatite per cui ero entrato in ospedale, ho avuto solo due giorni di febbre a 38. Ma so che non va a tutti così”.

L’imprenditore, in un’intervista al Corriere della Sera, lamenta come sia stato montato mediaticamente il caso della Sardegna come focolaio di coronavirus, quest’estate. Ne fa quindi tutta una questione politica, Briatore: “Il caso Sardegna è stato un attacco mediatico orchestrato politicamente e il Billionaire è stato strumentalizzato perché noto in tutto il mondo. Il messaggio era che qui tutti avevano il virus e in Emilia zero: solo le discoteche di destra avevano il virus, quelle di sinistra no”. E quindi si schiera con il governatore sardo Christian Solinas che aveva parlato di “attacco politico e mediatico” alla sua regione.

Dei suoi dipendenti erano positivi in 30 e non in 100, dice. L’80% ora sta bene e il ragazzo più grave sta uscendo dalla terapia intensiva. Briatore respinge quindi al mittente le accuse di aver fatto sue le tesi negazioniste: “Ho solo dato ragione al dottor Alberto Zangrillo quando diceva che il virus era clinicamente inesistente, non che non esistesse più. Oggi i medici lo conoscono e trattano meglio. Infatti, l’ho preso e ne ho avuto conferma”.