Alla fine è la linea Gravina a passare in Consiglio federale della Figc. Con 18 voti a favore e 3 contrari, quella della Lega Serie A, la Federazione ha infatti approvato le linee guida proposte dal presidente Gabriele Gravina in caso di nuovo stop al campionato per l’emergenza Coronavirus.

Dalla riunione è arrivato il sì all’algoritmo, qualora ci fosse un nuovo e definitivo stop del campionato a causa dell’emergenza coronavirus, per stabilire non solo le squadre qualificate per le coppe europee ma anche le retrocesse, ma senza assegnazione dello scudetto. La prima opzione in caso di stop resta comunque quella di far svolgere playoff e playout, a patto ci sia il tempo utile per disputarli.

Per la ripartenza della stagione calcistica non si dovrà attendere molto: venerdì e sabato si giocheranno infatti Juventus-Milan e Napoli-Inter di Coppa Italia, con la finale prevista il 17 giugno allo stadio Olimpico. Le 12 giornate di serie A, più i quattro recuperi, scatteranno dal 20 giugno, con l’obiettivo è di chiudere tutto il 2 agosto.

Il Consiglio federale ha inoltre confermato la chiusura della stagione regolare della terza divisione, mentre Monza, Vicenza e Reggina, le capolista dei tre gironi di Serie C al momento dello stop al campionato per l’emergenza coronavirus, vengono promosse in Serie B.

Non ripartirà invece il campionato di Serie A femminile, quando alla conclusione del torneo mancavano sei giornate più il recupero Milan-Fiorentina.