“Non è un partito, non è una corrente di Forza Italia, non faremo i responsabili per Conte”. Lo ha detto la vicepresidente della Camera Mara Carfagna in una intervista a Repubblica, che esclude dopo il lancio di Voce libera di volersi staccare dal partito di Silvio Berlusconi.
“Forza Italia è casa mia”, rassicura Carfagna, che detta le sue condizioni: “Non ci faremo annettere da Salvini, noi siamo una forza europeista e liberale”. Niente vacanze di Natale, dunque, per Carfagna che sarà impegnata in giro per l’Italia perché, spiega, “alla fine sui territori c’è sempre tanto da fare: tra incontri e brindisi lo spazio personale si restringe un po'”.
“Voce libera – spiega – si propone di offrire un contributo di proposte a quell’area moderata e liberale che vorrebbe uno sguardo lungo sul futuro e si ritrova ostaggio di partiti che pensano solo al breve, ad aumentare nei sondaggi. Ma i politici non sono tutti influncer“, sottolinea Carfagna. “Io penso che la gente chieda competenza, non improvvisazione. Noi nasciamo con l’obbiettivo di dare voce a un pezzo d’Italia che non si riconosce nel populismo e nell’assistenzialismo della sinistra, ma nemmeno nei protezionismi, nei nazionalismi e nella ricerca del capo espiatorio che sono quelli della destra di Meloni e Salvini”.