La tennista britannica di 18 anni Emma Raducanu ha vinto gli Us Open femminili. Un trionfo da record: non aveva mai giocato un main draw del circuito maggiore prima di Wimbledon, era fuori dalle prime 300, e al secondo Slam ha sorpreso. Ha superato Leyla Fernandez nella finale più giovane dallo Us Open dal 1999. 6-4, 6-3. Raducanu ha vinto senza perdere un set tra qualificazioni e main draw.

È nata in Canada da padre rumeno e madre cinese. Quando aveva due anni la sua famiglia si trasferì nel Regno Unito. È diventata la prima giocatrice di tennis, sia maschile che femminile, a vincere un titolo del Grande Slam partendo dalle qualificazioni. È anche la tennista più giovane a vincere un torneo del Grande Slam dopo la russa Maria Sharapova, che aveva vinto il torneo di Wimbledon a 17 anni nel 2004. È inoltre la prima tennista britannica a vincere un torneo del Grande Slam dopo Virginia Wade nel 1977.

Raducanu non ha perso neanche un set in tutte le partite giocate. L’ultima a riuscirci era stata la statunitense Serena Williams nel 2014.
Questa edizione passerà alla storia perché la finale tra Raducanu e Fernandez era la prima in un Grande Slam giocata da due tenniste con meno di 20 anni dal 1999, quando agli Us Open la 17enne Serena Williams sconfisse la 19enne Martina Hingis.

Raducanu ha ringraziato il team, la federazione inglese, il suo agente e il pubblico. “Oggi il livello in finale è stato molto alto, spero che ci incontreremo ancora in tanti tornei e speriamo in tante altre finali – ha detto la britannica – Questa finale mostra il futuro del tennis femminile. Dimostra anche che la profondità di questo sport è grandissima, ogni giocatrice in tabellone ha una possibilità di vincere il titolo in ogni torneo. Spero che la prossima generazione possa seguire le orme di leggende come Billie Jean King che è qui”.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.