Lei 35 anni, lui 40. Sono morti scivolando nel dirupo innevato in una domenica in famiglia a passeggio sul monte Vareno che si è trasformata in una tragedia. La coppia milanese è morta sul colpo sotto gli occhi impauriti della loro bambina di 5 anni. Fabrizio Martino Marchi e Valeria Coletta, lui dipendente di un’azienda farmaceutica e lei di una finanziaria sono scivolati nel nulla lasciando sola la loro piccola.

L’ironia della sorte vuole che con un gruppo di amici stavano percorrendo il sentiero che porta al “Salto degli sposi”, un belvedere a 10 minuti di cammino dal Passo della Presolana sul monte Vareno, in provincia di Brescia. Quel luogo prende il nome da un’antica tragedia avvenuta a metà ‘800: una coppia di sposi scelse quel posto per togliersi la vita. Lui era un musicista, lei una pittrice, si tolsero la vita lanciandosi abbracciati nel vuoto.

Proprio su quell’infelice percorso Valeria è scivolata su una lastra di ghiaccio ed è precipitata nel dirupo. Fabrizio nel tentativo di salvare il suo grande amore è caduto insieme a lei per oltre 200 metri. I due sono morti sul colpo. Sono morti entrambi sul colpo.

La bambina, il frutto del loro amore, ha assistito alla scena. È rimasta con una coppia di amici delle vittime, che erano con loro al momento dell’incidente. Sul posto, una zona isolata e piuttosto impervia, sono arrivati i tecnici del soccorso alpino di Breno e Clusone e i vigili del fuoco, oltre ai carabinieri e al Corpo volontari Presolana. L’incidente è avvenuto intorno alle 13; le operazioni si sono concluse 4 ore più tardi. Le salme delle due vittime sono già state restituite ai familiari e la figlia affidata ai nonni.

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.