Era il 1953 e la televisione, cosa ancora molto rara nelle case degli italiani, iniziava le trasmissioni proprio con lei. Nicoletta Orsomando, storica annunciatrice tv nonché la più celebre tra le ‘signorine buonasera’, si è spenta oggi 21 agosto all’età di 92 anni in un ospedale di Roma, dopo una breve malattia. I funerali si terranno lunedì 23 agosto alle ore 10:15 nella chiesa di Santa Maria in Trastevere, nel quartiere dove viveva circondata dall’amore della figlia Federica e dei suoi tre nipoti.

Volto molto amato della tv

Nata a Casapulla, in provincia di Caserta, l’11 gennaio del 1929, per ben 40 anni è entrata nelle case degli italiani. Era il 22 ottobre del 1953 quando esordì con “Signore e signori buonasera”, la sua prima frase di fronte alle telecamere di una nascente televisione di Stato, annunciando una trasmissione per ragazzi: un documentario sull’Enciclopedia Britannica. Un’espressione che sarebbe diventata il suo ‘marchio di fabbrica’. Nicoletta Orsomando si è sempre contraddistinta per la sua gentilezza e la dizione perfetta. Il suo look, familiare e affabile, il suo volto sempre sorridente e i suoi modi educati l’hanno fatta amare da tutti. 

Nelle interviste rilasciate negli ultimi anni ha spesso parlato di una televisione che ha visto crescere insieme a lei, molto diversa da quella odierna, rimpiangendo i periodi in cui venivano trasmessi concerti, opere liriche e soprattutto le commedie teatrali. Ed è stato proprio dopo alcune esperienze in teatro, suo grande amore, a decidere di valorizzare la sua voce: decisione che l’avrebbe portata poi a superare un provino in Rai e diventare annunciatrice. A sostenerla affinché entrasse nel mondo dello spettacolo fu il padre Giovanni Orsomando, clarinetto solista nella banda di fanteria, diplomato in composizione e strumentazione per banda presso il Conservatorio San Pietro a Majella a Napoli.

Nel 1957 il suo matrimonio con il giornalista Roberto Rollino. Dopo sei anni i due decisero di separarsi, per poi divorziare negli anni Settanta. 

La carriera

Ma la carriera di Nicoletta Orsomando non si è fermata agli annunci: è stata presentatrice della trasmissione ‘L’amico degli animali’ con Angelo Lombardi e, nel 1957, persino del Festival di Sanremo insieme a Nunzio Filogamo. Di questa esperienza la Orsomando una volta ha raccontato: “Avevano chiamato a presentare il festival due giovani attrici ma si accorsero che fare cinema non era sufficiente per quel ruolo e dunque chiesero me che avevo già avuto esperienze di manifestazioni canore”. Nel 1966 ecco ‘Un disco per l’estate’, mentre nel 1965 inaugurò insieme a Jader Jacobelli ‘La giornata parlamentare’ (poi divenuta ‘Oggi al parlamento’). Nel 1976 le venne affidata una rubrica nella trasmissione ‘Cani, gatti & C. e Piante, fiori’. 

Nei panni di se stessa ha anche partecipato a vari film come, ad esempio, ‘Piccola posta’ accanto ad Alberto Sordi e Franca Valeri per la regia di Steno e ‘Parenti serpenti’ di Mario Monicelli. In pensione dal 1993, in realtà non ha mai abbandonato del tutto il piccolo schermo. Ospite di ‘Domenica in’ e del programma di Mario Calabresi ‘Hotel Patria’, nella stagione 2011-2012 è intervenuta come giurata a ‘La prova del cuoco’, condotto da Antonella Clerici, affiancata nello stesso ruolo da altre due storiche ex annunciatrici Rai: Mariolina Cannuli e Rosanna Vaudetti

 

Roberta Davi