Il governo potrebbe decidere di vietare completamente la attività sportive all’aperto come misura di precauzione e protezione al contagio da Coronavirus. Lo ha dichiarato il ministro dello Sport e le politiche giovanili Vincenzo Spadafora al Tg1.  “Nelle prossime ore bisognerà prendere in considerazione anche la possibilità di un divieto completo all’attività all’aperto” ha detto il ministro. Spadafora ha spiegato che il governo aveva lasciato l’opportunità di praticare attività motoria all’aperto,  come consigliato anche dalla comunità scientifica. Ma gli appelli di ieri e oggi, in particolare di governatori e amministratori locali che hanno lamentato come in alcuni casi ancora troppe persone continuino a uscire, devono aver fatto rivalutare tutta la questione. Perché l’indicazione generale è sempre la stessa: restare a casa.

“Non riguarda soltanto la mia delega – ha dichiarato Spadafora ad Agorà su Rai3 – La stragrande maggioranza delle persone ha reagito bene (alle disposizioni del governo, ndr). Ma purtroppo ci sono ancora tante persone che sembrano assolutamente sottovalutare i rischi che il nostro paese sta correndo. Quindi in queste ore valuteremo anche ulteriori misure. Anche se stiamo già dicendo a tutti, in modo chiaro, di stare a casa”. “Non vedo l’esigenza straordinaria di rischiare in questa settimana – ha aggiunto il ministro – una delle più critiche a livello di picchi secondo la comunità scientifica”.