Mentre cresce ancora la curva dei contagi, nelle ultime 24 ore sono infatti 1.411 i nuovi casi di positivi al Covid-19, gli esperti dell’Istituto Superiore di Sanità e del ministero della Salute hanno ‘scattato’ la fotografia del contagio nel Paese, individuando in tutta la penisola 490 focolai.

L’età media dei pazienti, però, si abbassa intorno ai 29 anni e chi entra in contatto con il virus reagisce meglio alle cure.

In tutto, dicono gli esperti, sono 1374 i focolai attivi da Nord a Sud, di cui 490 nuovi. I nuovi pazienti sono sempre più giovani – la media è under 30 – e spesso sintomatici . Hanno contratto il virus soprattutto in Italia, spesso in forma lieve. Cambiano anche i luoghi del contagio, favorito dagli assembramenti nei luoghi di vacanza e da una maggiore mobilità degli italiani. Più intenso anche il lavoro di screening : il 68% dei casi è stato identificato grazie a tamponi e all’identificazione e monitoraggio dei contatti stretti di chi era risultato positivo. L’invito è a non abbassare la guarda e adottare la massima prudenza, indossando mascherine e mantenendo le distanze di sicurezza.

I DATI DI OGGI – Nelle ultime 24 ore sono 1.411 i nuovi casi di covid, 5 i decessi e 225 i pazienti guariti, in base ai dati diffusi dal ministero della Salute. Diminuiscono dunque le vittime (mercoledì erano 13) e i ricoverati in terapia intensiva: sono 67, due meno rispetto a un giorno fa.

Nessuna regione ha fatto registrare zero contagi. Il totale degli attualmente positivi è di 21.932, di questi 1.131 sono ricoverati con sintomi e 20.734 in isolamento domiciliare. Record di tamponi effettuati nelle ultime 24 ore: 94.024 (ieri erano 93.529) per un totale di 8.313.445.