I test clinici del possibile vaccino contro il Covid-19 dell’università di Oxford sono ripresi, dopo lo stop legato a un grave effetto collaterale  (un’infiammazione al midollo della spina dorsale) riscontrato su uno degli oltre 30mila volontari partecipante alla sperimentazione.

Lo ha annunciato la stessa università, ripresa dai media britannici. Il processo di revisione attivato nei giorni scorsi, dopo la sospensione annunciata martedì, è stato concluso e i test possono riprendere.

“La ripresa della sperimentazione del vaccino Astrazeneca è una buona notizia. Ma serve ancora tanta prudenza. La scienza è al lavoro per dare al mondo cure e vaccini efficaci e sicuri. Nel frattempo la vera chiave continuano ad essere i comportamenti di ciascuno di noi” ha commentato il ministro della Salute Roberto Speranza.