Arriva un brusco stop per il vaccino per il Coronavirus in sviluppo da parte dell’Università di Oxford e da AstraZeneca. Il colosso farmaceutico ha infatti sospeso tutti i test clinici dopo che uno dei partecipanti alla sperimentazione ha accusato una seria potenziale reazione avversa.

Secondo quanto riferito da un portavoce di AstraZeneca, “il nostro processo standard di revisione dei test ha fatto scattare una pausa”. Per l’azienda farmaceutica “si tratta di un’azione di routine che si verifica ogni volta che c’è una potenziale reazione inspiegata in uno dei test” che consente il tempo di “indagare e assicurare allo stesso tempo il mantenimento dell’integrità del processo dei test”.

Il vaccino sperimentato da AstraZeneca-Oxford University è visto da ampia parte della comunità scientifica come uno dei maggiori ‘contendenti’ tra le decine in fase di sviluppo a livello globale. Nelle ultime settimane il suo passaggio alla Fase 3 aveva coinvolto oltre 30mila partecipanti alla sperimentazione tra Regno Unito, Sud Africa, Stati Uniti e Brasile. Sempre negli Usa sono in Fase 3 altri due vaccini, con i test condotti da Moderna e da Pfzer in collaborazione con i tedeschi di BioNTech.