Ha dell’incredibile quanto accaduto sabato a Palermo dove una donna, positiva al Codi, è scappata grazie all’aiuto del marito dall’ospedale Cervello del capoluogo siciliano, dove si trovava ricoverata nel reparto di ostetricia Covid dopo aver partorito.

Secondo quanto ricostruito il marito della neo mamma è riuscito ad entrare fino alla stanza della moglie, eludendo la sorveglianza dei vigilanti. I medici e infermieri hanno racconta che l’uomo, senza mascherina, ha spiegato di essere anche lui positivo e si è portata via la paziente. “Io sono positivo e posso entrare – avrebbe detto l’uomo agli infermieri sconvolti per quanto stava accadendo – A nulla sono valse le parole dei sanitari del reparto. I due sono andati via. Non avevano più alcuna intenzione di aspettare. Dicevano che avevano a casa i bambini che li aspettavano”, riporta l’Ansa. 

La donna in realtà sarebbe stata dimessa da lì a poco: doveva solo aspettare l’ambulanza che l’avrebbe riportata a casa per iniziare il periodo di isolamento domiciliare. Ma nell’attesa del mezzo del 118 e delle cartelle sanitarie di dimissioni, la donna si è allontanata dal reparto assieme al marito.

L’ospedale ha ovviamente presentato denuncia alla polizia, che ha trovato la donna a casa: i coniugi rischiano di essere accusati di epidemia colposa. Secondo le prime testimonianze la donna aveva dichiarato al personale medico-sanitario, al momento del ricovero avvenuto venerdì per effettuare il parto cesareo, di essere una ‘no vax’. 

Il neonato, negativo al Covid, è stato affidato alla nonna che non era infetta.

Redazione