“Da domenica (6 dicembre) entriamo in zona arancione“. E’ quanto assicura il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani dopo aver avuto rassicurazioni dal ministero della Salute. “La Toscana sarà zona rossa fino a sabato, da domenica entriamo nell’arancione – spiega a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora-. Me lo ha detto il ministro Roberto Speranza: è il combinato disposto della lettura del Dpcm e dei dati che abbiamo visionato. Sabato purtroppo, però, ho paura che i negozi saranno ancora chiusi”.

CAMBIO COLORE ANCHE MENO DI 14 GIORNI – Al termine della Conferenza Stato-Regioni, Giani ha sottolineato che il nuovo decreto del presidente del Consiglio dei ministri (dpcm) “riproduce quel che c’era nel precedente: rispetto a quello, in cui per risalire le zone ci volevano 14 giorni, in questa bozza si consente anche una distanza di giorni inferiore se i dati sono buoni e il gruppo di lavoro del Comitato tecnico-scienitifico ne prende atto”.

Lo stesso Giani aveva già anticipato il 27 novembre il cambio colore della Toscana (zona rossa, così come la Campania, dal 15 novembre scorso): “Stamani ne ho parlato con il ministro Speranza e dobbiamo rispettare le procedure di legge per rientrare quanto meno in zona arancione. Oggi la Toscana è zona rossa e lo deve essere per legge per 14 giorni. Per come è stato concepito il Dpcm per risalire bisogna garantire continuità di condizioni migliori per 14 giorni – ha spiegato Giani – Noi siamo partiti il 15 novembre e questo periodo di 14 giorni finirà il 29 novembre, domenica prossima. Il ministro Speranza mi ha detto che non possiamo anticipare, dobbiamo rispettare le norme; quindi io farò un provvedimento che ci porta fino alla prima riunione del Comitato tecnico scientifico del 3 dicembre. Venerdì 4 dicembre Speranza potrà firmare l’ordinanza che riporta la Toscana in zona arancione. Dobbiamo, quindi, avere la pazienza di aspettare questi pochi giorni”.

“Da venerdì 4 dicembre la Toscana potrà ritornare in una zona che consente di allentare quella che è la morsa e la chiusura degli spostamenti – ha ribadito Giani – Dobbiamo avere questa pazienza e io sono convinto che dopo i sacrifici che abbiamo fatto, dopo gli interventi che abbiamo messo in campo potremo avere quell’opportunità dal 4 ai giorni di Natale, una ventina di giorni, di allargare le dimensioni. Anzi io non escludo che dalla settimana successiva, se i dati continueranno ad essere buoni, la Toscana potrà rientrare in zona gialla e festeggiare il Natale in quella dimensione”.

Napoletano doc (ma con origini australiane e sannnite), sono un aspirante giornalista: mi occupo principalmente di cronaca, sport e salute.