Una finale dal risultato amaro per l’Inter. I neroazzurri di Antonio Conte non riescono a conquistare l’Europa League perdendo l’atto conclusivo disputato a Colonia (a porte chiuse, ndr) contro gli spagnoli del Siviglia per 3 a 2. L’Inter era riuscita anche a passare in vantaggio nei primi minuti grazie al rigore di Lukaku al quinto minuto (che ha raggiunto così il brasiliano Ronaldo a 34 gol nella prima stagione in maglia neroazzurra), venendo poi rimontata dagli spagnoli a segno con una doppietta del centravanti olandese Luuk De Jong al 15esimo e 33esimo minuto.

Il pareggio interista arriva al 36’ del primo tempo con il difensore centrale Godin, autore di un grande stacco di testa su punizione calciata da Brozovic. Nel secondo tempo arriva però il gol che decide il match: al 75’ una rovesciata del difensore Diego Carlos, probabilmente destinata sul fondo, viene deviata col piede da Lukaku nella propria porta (ma il gol è assegnato al centrale brasiliano).

Per l’Inter quindi continua l’astinenza da vittorie europee: l’ultima volta era stata 10 anni fa con lo storico ‘triplete’ raggiunto dai nerazzurri guidati da Mourinho. Per gli spagnoli si tratta invece della sesta Coppa Uefa.

IL TABELLINO – SIVIGLIA-INTER 3-2

Reti: pt 5′ rig. Lukaku (I), 12′ e 33′ de Jong (S), 36′ Godin (I); st 29′ Diego Carlos (S).

Siviglia: Bounou; Jesus Navas, Koundé, Diego Carlos (41′ st Gudelj), Reguilón; Jordan, Fernando, Banega; Suso (33′ st Vazquez), de Jong (40′ st En-Nesyri), Ocampos (24′ st Munir). A disp. Vaclík, Sanchez, Sergi Gómez, Escudero, Oliver Torres, José Alonso, Genaro, Pablo Pérez. All. Lopetegui.

Inter: Handanovic; Godin (45′ st Candreva), de Vrij, Bastoni; D’Ambrosio (33′ st Moses), Barella, Brozovic, Gagliardini (33′ st Eriksen), Young; Lukaku, Lautaro (33′ st Sanchez). A disp. Padelli, Sensi, Ranocchia, Valero, Esposito, Pirola, Biraghi, Skriniar. All. Conte.Arbitro: Makkelie (Ola).

Note: ammoniti Conte, Barella, Bastoni, Gagliardini (I), Diego Carlos, Banega (S).