Ieri un ragazzo ha tentato di lanciarsi nel vuoto ma è stato bloccato in tempo da due donne che passavano lungo il ponte di via Nuova San Rocco, nella zona di Capodimonte, tristemente salita agli onori delle cronache per i numerosi suicidi avvenuti nel corso degli ultimi anni. Oggi, giovedì 30 settembre, la tragedia: un uomo di circa 50 anni intorno alle 13,30 ha deciso di farla finita lanciandosi dallo stesso ponte dove il 14 settembre scorso è morta una studentessa poco più che 20enne.

Sul posto sono intervenuti gli agenti di polizia, i vigili del fuoco e i sanitari del 118. Sono stati i pompieri a recuperare il corpo nella scarpata sottostante. Da tempo i residenti della zona chiedono l’istallazione di barriere protettive dopo gli episodi degli ultimi anni. Barrire che lo stesso comune di Napoli aveva annunciato di voler installare già lo scorso novembre 2020. A quasi un anno di distanza non c’è ancora alcuna novità in merito.

Una vera e proprio escalation di suicidi a Napoli quella registrata negli ultimi tempi. Non solo il ponte di via Nuova San Rocco ma anche a Posillipo, dal ponte che porta all’ingresso del parco Virgiliano. Drammi personali che hanno riguardato soprattutto persone in giovane età.

Napoletano doc (ma con origini australiane e sannnite), sono un aspirante giornalista: mi occupo principalmente di cronaca, sport e salute.