Iacopo Melio non le manda a dire a Matteo Salvini. Glielo scrive chiaro e tondo su Twitter: basta strumentalizzare e sfruttare le battaglie dei disabili. Così il consigliere regionale fiorentino del Partito Democratico zittisce il segretario della Lega sui social, senza tanti giri di parole. Melio è giornalista, scrittore e attivista per le battaglie sui diritti umani e civili, con particolare attenzione al tema della disabilità. E’ stato eletto come consigliere regionale in Toscana, con 11.233 voti a Firenze, campione di preferenze. Ha fondato la onlus Vorrei prendere il treno ed è stato insignito della medaglia di  Cavaliere al Merito della Repubblica.

A far esplodere il caso un post di Salvini. Il leader del Carroccio ha difeso un uomo disabile multato a Porto Recanati (Macerata) per aver preso un caffè in un bar dove era entrato con la carrozzina “per ripararsi dal freddo”. Giovanni Valerio Ricci, 58enne, affetto da distrofia muscolare e costretto a muoversi in carrozzina. Elevata nei suoi confronti una multa da 400 euro, durante un controllo della polizia nel locale.

 

Salvini ha postato la storia sul suo profilo e ha commentato: “Per il PD ai clandestini tutto è concesso, mentre coi disabili bisogna usare il pugno di ferro … Ma dov’è finito il BUONSENSO? Vergognoso”. E quindi: “Se verrà confermata la multa a questo signore gliela pagheremo noi”. Melio a quel punto è intervenuto: “Le regole sono uguali per tutti, anche questa è inclusione. Invece di sfruttare i disabili con del becero pietismo, inizia a parlare di Vita indipendente, Dopo di noi, Cannabis terapeutica, Caregiver, Pensioni invalidità… Quando imparerai a fare politica e non sciacallaggio?”.

Melio al momento è ricoverato per coronavirus. Era stato dimesso dall’ospedale San Giuseppe di Empoli ma poi i sintomi persistenti hanno portato nuovamente al ricovero mercoledì scorso: “Faranno esami e accertamenti per capire alcune cose legate ai sintomi del Covid, che continuano ad essere forti, e ad una perdita di peso importante che dovrò tenere sotto controllo e recuperare il prima possibile, ritornando a mangiare cibo normale, dato che al momento è più di un mese che vado avanti soltanto a integratori liquidi, a causa della tosse e di problemi di deglutizione”.

Vito Califano