Un tremendo scontro frontale, a quanto si apprende dai primi accertamenti, tra un’auto e uno scooter è avvenuto ieri intorno alle 18 sulla strada doganale di Cerveteri, in provincia di Roma. A perdere la vita è stato un romano di 49 anni, che era bordo dello scooter, morto sul colpo come constatato dagli operatori del 118. Mentre il conducente che guidava l’auto, un 46enne, è rimasto ferito ed è stato trasportato all’ospedale San Padre Pio Da Pietrelcina di Bracciano. Non sarebbe in pericolo di vita. Oltre al 118, sono intervenuti i carabinieri della stazione di Cerveteri. Secondo una prima ricostruzione dei militari, la vittima, che guidava lo scooter, avrebbe invaso la corsia opposta per cause in corso di accertamento, scontrandosi frontalmente con l’auto che procedeva in senso opposto.
UNA STRADA PERICOLOSA
Una strada pericolosa con i limiti di velocità che spesso non vengono rispettati causando non solo paura per i pedoni che si ritrovano a doverla attraversare per raggiungere la propria abitazione, ma anche tra gli automobilisti e i motociclisti. I residenti della zona negli ultimi anni hanno assistito ad incidenti più o meno gravi causati dalla distrazione o dall’alta velocità e dall’imprudenza. Poco più di due mesi fa a scontrarsi sono state due auto di piccole dimensioni, nei pressi dell’incrocio che porta alla frazione di Valcanneto. I cittadini da diverso tempo chiedono all’amministrazione locale l’installazione di dissuasori per costringere gli automobilisti a non superare i limiti di velocità. La strada provinciale è ancora utilizzata dai mezzi pesanti per raggiungere la zona del lago a causa della chiusura della Settevene Palo Nuova, un’altra provinciale riaperta solo da qualche mese, rinomata tra i cittadini per l’asfalto malandato, la carenza di segnaletica stradale e per le discariche abusive che sorgono a bordo strada.

Riccardo Annibali