“Sono Giovanni, vi chiamo dal Cotugno di Napoli, ho il Covid ma finalmente riesco a parlare dopo la terapia sperimentale“. E’ da brividi dal telefonata fatta qualche giorno fa da un paziente ricoverato nell’ospedale partenopeo specializzato in malattie infettive e centro di riferimento della Campania per il coronavirus.

Una telefonata avvenuta nel cuore della notte, tra le tre e le quattro del mattino di giovedì 3 aprile, nel corso della trasmissione di Rai Radio2I Lunatici” condotta da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio. Pochi minuti in diretta per ringraziare i due conduttori per avergli tenuto compagnia durante il ricovero e per testimoniare l’efficacia della cura sperimentale, quella che prevede l’utilizzo del Tocilizumab, il farmaco anti-artrite reumatoide. Un protocollo nato a Napoli dal team di ricercatori dell’Istituto Pascale capitanati dal professore Paolo Ascierto e poi diffuso in tutta Italia dopo l’approvazione dell’Aifa per combattere il coronavirus.

“Sono Giovanni, vi chiamo dal Cotugno di Napoli” esordisce così l’uomo che parla a bassa voce perché non può sforzarsi troppo. Ma la sua gioia va oltre qualsiasi cosa: “Riesco a parlare dopo giorni e voglio farlo con voi perché non sapete quanto mi avete fatto compagnia in questi giorni difficili. Ho il Covid dopo aver avuto la febbre dal 15 marzo. Dopo dieci giorni di febbre alta sono stato ricoverato qui al Cotugno, nella quarta divisione, una divisione splendida dove tutti sono stati degli angeli con me”.

“Sono stato malissimo ma – spiega Giovanni – quattro giorni fa (lunedì 30 marzo, ndr) mi hanno sottoposto a una terapia sperimentale. Sembrava tutto perso e invece adesso sto meglio. Oggi è la prima volta che parlo“. Una felicità incontenibile da condividere con “I Lunatici” per ringraziare il duo Arduini-Di Ciancio per avergli tenuto compagnia in questi giorni di ricovero lontano dai suoi affetti più cari. “E’ come se fosse calata una piastra d’acciaio che mi ha separato da tutto quello che prima non era” dice Giovanni che pochi secondi dopo saluta i due conduttori per evitare ulteriori sforzi.

“Richiamaci appena starai meglio, ci hai emozionato questa notte, ho la pelle d’oca” commentano “I Lunatici”.